domenica 13 agosto 2017

Recensione "L'anatema dei sette peccati " di Davide Fresi

Titolo:

L'anatema dei sette peccati 

Autore: Davide Fresi
Editore: Youcanprint
Prezzo Cartaceo: € 13,21
Prezzo Ebook: € 0,99


Trama:
"La narrazione è ambientata nell'antica Roma e vede protagonisti due mercanti, Fedro e Polibio. In virtù dei carismi profetici che mostrano di possedere, essi vengono introdotti da Tiberio Cesare nel fasto della corte romana. Tuttavia, l'avidità di Fedro minaccia l'incolumità di entrambi. Il prefetto del pretorio Marcello tende un tranello che compromette la loro posizione. In carcere essi conoscono un uomo che con i suoi lumi porta Fedro a cambiar vita. Presto irrompono nella vita dei protagonisti Gesù di Nazareth e altri personaggi storici dal grande carisma. Le disavventure si susseguono una dopo l'altra. Aleggia sullo sfondo degli eventi la ferocia dei governanti romani che non esitano a spargere il sangue di innocenti. Ogni volta che le aspettative paiono compromesse, la Provvidenza mostra il suo volto benevolo, dissolvendo la nebbia che rende incerto il cammino dei due mercanti. Finché non avviene l'irreparabile... Troverà realizzazione l'anatema che il Nazareno rivolge agli oppressori del popolo? Riuscirà il perfido Marcello a soddisfare la sua morbosa ambizione? "

Recensione:
Fedro e Polibio sono due mercanti, amici e compagni di avventure, ma diversi come il giorno e la notte: Fedro è avido e dedito ai vizi, mentre Polibio è un po' più moderato e riflessivo.
I due durante un viaggio d'affari in Grecia, si imbattono in un misterioso congegno tecnologico, ed al suo interno ci trovano molti libri strani.
La misteriosa macchina inizia a funzionare magicamente ed i due protagonisti senza sapere come, si ritrovano catapultati in avanti nel tempo, dal 335 aC fino al 27 dC.
Nei libri all'interno della macchina trovano delle informazioni davvero interessanti riguardo al
periodo storico in cui si trovano e decidono di servirsene per entrare nelle grazie dell'imperatore Tiberio Cesare.
Iniziano così un lungo viaggio verso Roma, dove si fanno ben presto un nome come preveggenti, fino a raggiungere l'obiettivo di entrare nelle grazie dell'imperatore, ma gli intrighi di corte li travolgono e l'avidità di Fedro fa sfumare tutte le aspettative di ricchezza trasportandoli in un periodo buio e pieno di tormenti.
Da questo lungo periodo i due ne escono grazie ad un inaspettato aiuto, ma gli anni trascorsi in prigionia li hanno immensamente trasformati, soprattutto Fedro, che divorato dal senso di colpa per l'aver trascinato anche Polibio verso il fondo con lui, non si è dato pace per molto tempo.
I due una volta liberi decidono di andare a Gerusalemme per incontrare l'uomo la cui fama è riuscita a raggiungere anche i meandri scuri e tenebrosi dove si trovavano i nostri mercanti, dando loro speranza e qualcosa in cui credere, quest'uomo straordinario si chiama Gesù.
A questo punto la storia si evolve in modo inaspettato, assumendo caratteristiche molto simili a scritture prettamente religiose, ma senza abbandonare la scorrevolezza della narrazione e l'azione sempre incalzante.
La storia raccontata è probabilmente una delle più originali che mi sia mai capitato di leggere, in particolare mi ha colpita l'idea del salto temporale e dell'utilizzo dei libri rivelanti fatti futuri.
La scrittura è scorrevole e morbida, anche le scene più crude e violente vengono descritte con pennellate precise ma senza abbondare con dettagli che potrebbero urtare la sensibilità del lettore e dall'inizio alla fine traspare la calma che solo un uomo di fede può avere nel parlare e nello scrivere.
Penso però che la storia poteva essere approfondita con descrizioni un po' più particolareggiate di luoghi e personaggi, in particolare avrei voluto sapere la storia della sorella di Fedro e leggere qualcosa in più sulla loro infanzia, in modo da comprendere meglio il legame profondo che li univa.
Come ho già detto da metà in poi la storia assume caratteristiche molto religiose, che io, da non credente, ho avuto difficoltà a capire.
Ammiro molto le persone di fede e la mia non è una critica, ma la semplice constatazione del fatto che non sono riuscita ad emozionarmi come avrebbe fatto un credente.
Per quanto detto sopra il mio giudizio finale è di 3 gufetti, ma ci tengo a sottolineare che questa è una buona lettura e che ora come non mai il mio giudizio si basa su impressioni soggettive che esulano dalla bravura dello scrittore e dall'originalità della storia.

Giudizio:


Personaggio Preferito:
Penso che il personaggio più approfondito sia Fedro, che con il suo radicale cambiamento offre interessanti spunti di riflessione.
Mi sono piaciute anche le scene in cui compare Gesù ed il modo in cui lo scrittore riesce a rendere reale tutto il carisma di questo personaggio.



sabato 5 agosto 2017

Annuncio Vincitore sorpresa per il Compleanno del blog



Buongiorno a tutti, ora è finalmente giunto il momento di annunciare il vincitore della mia piccola iniziativa per il compleanno del blog.
Per prima cosa ringrazio tutte le 6 partecipanti, che hanno risposto con entusiasmo alle mie domande, sono felice di conoscervi tutte un po' meglio.
Ora prima di svelarvi chi ha vinto ho deciso di partecipare fino in fondo rispondendo alle mie stesse domande.

1) Com'è nato il tuo amore per i libri?

Da piccola ho avuto difficoltà ad imparare a leggere e perciò non amavo particolarmente i libri, ma poi su consiglio dei miei genitori, ho iniziato a leggere qualche pagina per combattere contro l'insonnia che spesso mi impediva di addormentarmi.
In seguito la mia curiosità ha iniziato a svilupparsi e con essa il mio interesse per i libri, iniziai con le favole e le storie per bambini, fino a giungere alla saga che ha segnato la mia infanzia, ossia Harry Potter, da allora non ho più smesso di leggere.

2) Hai mai sognato di diventare scrittore? Qualsiasi sia la risposta spiega il perchè

Come molti di voi anche io in alcuni periodi della mia vita ho avuto il desiderio di scrivere, probabilmente è normale quando si è amanti dei libri come lo siamo noi.
Però non ho mai preso sul serio questa idea, perchè sono realista e consapevole delle mie capacità e ritengo di non essere in grado di scrivere un romanzo, anche se qualche storia ogni tanto esce dalla mia testa, però mi basta che rimanga solo per me.

3) Che cosa ne pensi dei libri auto-pubblicati?

Ho un opinione molto altalenante per i libri auto-pubblicati, ce ne sono molti (forse anche troppi) ed è difficile orientarsi, e come ha detto soriaio anche io penso che siano delle letture più "rischiose" in quanto non sono prodotti controllati e seguiti da professionisti, per questo cerco di essere molto attenta quando scelgo di leggere libri auto-pubblicati e fin'ora il mio istinto mi ha guidata bene.
In questa giungla si possono trovare delle pietre preziose, che meriterebbero di stare in libreria e mi rattrista che nessun editore capisca le potenzialità di queste piccole gemme letterarie.

4) Qual'è la cosa che ti piace di più dei Blog Letterari? (non necessariamente del mio)

Mi piace la varietà e la differenza di opinione, ma soprattutto mi piacciono i post originali, che parlano si di lettura, ma in modo innovativo e stimolante.

5) Mentre qual'è la cosa che ti piace di meno?

La cosa che mi piace di meno è il fatto che si leggono più o meno le stesse cose su tutti i blog (soprattutto i più grandi) e spesso mi risulta difficile trovare post che mi incuriosiscano davvero.


Ora dopo queste mie brevi risposte è giunto il momento di annunciare il vincitore (perdonate il video veramente fatto male) ecco la lista dei partecipanti con il loro numero identificativo:

1. Annamaria Petriccione
2. Vale2295
3. RobbyRoby
4. Soraio
5. Il mondo di sopra
6. Lara B.




Congratulazione alla vincitrice!! e a tutte le altre, anche se non avete vinto spero vi siate divertite!


venerdì 4 agosto 2017

5 cose che.. 5 libri con più di 500 pagine che consiglio

Buongiorno a tutti, oggi sono molto emozionata perchè è l'ultimo giorno per partecipare alla piccola iniziativa che ho ideato per il blog e domani verrà estratto il vincitore della sorpresa librosa! sono troppo curiosa di vedere chi sceglierà la sorte, se siete interessati trovate il post a riguardo qui, ma torniamo a noi, ecco un nuovo post per la rubrica 5 cose che.. ideata da twins books lovers




Ecco il tema di questa settimana:

5 libri con più di 500 pagine che consiglio




Via col vento - pag. 1104

Ho finito da poco questo libro e me ne sono totalmente innamorata, la sua mole di pagine non deve spaventarvi perchè la scrittrice ha uno stile scorrevole ed emozionante.
E' uno dei più bei libri che abbia letto e si è guadagnato un posto d'onore nella mia classifica dei libri preferiti di sempre.
Se vi ho incuriositi trovate la recensione Qui




Guerra e pace - pag. 1463

Se devo pensare a libri con più di 500 pagine mi vengono in mente praticamente solo dei mattoni, in questo caso il mio rapporto con "Guerra e Pace" è un po' particolare perchè ho faticato molto per arrivare alla fine ma la storia mi è piaciuta e mi ha appassionata.
Probabilmente ho avuto difficoltà perchè ho comprato un'edizione integrale, con molti discorsi in francese e senza traduzione (chissa perchè), comunque anche questo caso non fatevi spaventare dal numero di pagine, armatevi solo di un po' di pazienza.




Hyperversum - pag. 720

Una storia avventurosa e molto originale, dei ragazzi che "cadono" nel videogame a cui stavano giocando e si ritrovano in un mondo medievale ricco di insidie.
Ho letto questo libro molto tempo fa e devo dire che non mi ricordo molto, ma per gli amanti del genere direi che è un ottima lettura.




Due splendidi destini - pag. 513

La storia di due donne separate dal tempo ma con la stessa tenacia e voglia di vivere, un libro che mi ha commossa ed emozionata.
Consiglio di leggerlo a tutti coloro che hanno amato "Il cacciatore di aquiloni" e "mille splendidi soli", non ve ne pentirete




Harry Potter e il calice di fuoco - pag. 623

A questo punto sono in difficoltà perchè proprio non mi viene in mente nulla, così vado sul classico proponendovi Harry Potter, in particolare Harry Potter e il calice di fuoco, che ho ri letto poco tempo fa e sono rimasta sorpresa per quante cose della storia non mi ricordavo (colpa dei troppi anni guardando il film e basta), ad esempio lo sapevate che in una parte compaiono anche degli Snaso?
Penso che questo sia il primo libro con più di 500 pag che abbia mai letto, direi che è proprio azzeccato per concludere il post di oggi.


Che ne pensate dei miei consigli? Voi vi lasciate spaventare dal numero di pagine?

giovedì 3 agosto 2017

Recensione "Via col Vento" di Margaret Mitchell

Titolo:

Via col Vento 

Autore: Margaret Mitchell
Editore: Mondadori
Prezzo Cartaceo: € 18,00
Prezzo Ebook: € 7,99


Trama:
"Ambientato nel Sud degli Stati Uniti nel periodo della Guerra Civile, Via col vento apparve nel 1936, quando il ricordo del sanguinoso evento era ancora ben vivo nella coscienza di molti americani. Rossella O'Hara, la giovane capricciosa e viziata protagonista del romanzo, affronta le avversità con spirito di conquista; incapace come il suo popolo di "riconoscere la sconfitta anche quando se la trova di fronte", si appresta ad andare incontro al futuro pensando che "dopo tutto, domani è un altro giorno". La società americana che si stava risollevando dalla profonda crisi economica iniziata dopo il crollo della borsa del 1929 accolse con un entusiasmo senza precedenti il messaggio del romanzo, facendolo entrare a buon diritto, anche grazie alla memorabile trasposizione cinematografica con Clark Gable e Vivian Leigh, tra i classici della letteratura contemporanea. "

Recensione:
Questa è una recensione davvero difficile, sono rimasta talmente folgorata da questo libro da non sapere da che parte iniziare. Quando l'ho finito ho provato una strana sensazione di smarrimento e per un paio di giorni non sono riuscita a leggere più di qualche pagina di altri libri.
"Via col vento" è stata una scoperta grandiosa, ed ho difficoltà a parlarvene perchè il grado di coinvolgimento è altissimo anche ora, a distanza di giorni.
La cosa strana è  che non mi sono identificata con la protagonista, Rossella e con nessun altro personaggio, ma nonostante ciò non riuscivo a staccarmi dalle pagine di questo libro, merito della fluida e magistrale scrittura della Mitchell.
La storia è ambientata in Georgia ed ha inizio poche settimane prima dello scoppio della Guerra Civile americana.
Nelle prime pagine conosciamo Rossella, graziosa civetta sempre circondata da ammiratori, cresciuta in una grande piantagione, ricca e senza preoccupazioni.
L'autrice racconta le sue origini con una lunga ed interessantissima divagazione sulla vita dei genitori
di Rossella, mi è piaciuta molto questa parte perchè non solo delinea personaggi importanti, ma soprattutto ci svela la loro complessità e grazie a loro iniziamo a conoscere meglio anche la nostra giovane protagonista.
Rossella è uno di personaggio con più difetti che mi sia mai capitato di trovare, giusto per dirvene un paio: è estremamente egoista, approfittatrice, brusca, testarda, calcolatrice, bugiarda e potrei continuare ancora.
Ovviamente ha anche dei lati positivi, ma sono tutti i difetti che la rendono un personaggio unico, realistico ed indimenticabile.
All'inizio della storia Rossella cerca di tenere sotto controllo il suo spirito "indomito", grazie all'educazione ricevuta dalla madre Elena e da Mammy, la serva negra che alleva membri della sua famiglia da due generazioni.
Rossella è una ragazza molto corteggiata, ma solo un giovanotto è riuscito a far breccia nel suo cuore, si tratta di Ashley Wilkes, ragazzo taciturno, riflessivo e con la testa fra le nuvole.
Ella si aspetta una proposta di matrimonio dal giovane, che però non arriva. Ma come un fulmine a ciel sereno giunge, invece, la notizia del suo fidanzamento con la cugina Melania, fatto che le rispettive famiglie incoraggiavano da sempre.
Rossella dopo lo stupore iniziale non si arrende , rimane comunque fermamente convinta che Ashley sia innamorato di lei in realtà e per incoraggiarlo a rompere il suo fidanzamento, durante una festa lo coglie solo in una stanza e gli svela tutti i suoi sentimenti.
Probabilmente immaginerete che le cose non vanno come Rossella aveva progettato ed al garbato rifiuto del giovane segue uno scoppio d'ira della nostra protagonista, davvero poco signorile.
Ad aumentare l'umiliazione di Rossella c'è la successiva scoperta che la stanza non era vuota, ma che un uomo aveva assistito per caso a tutta la scena.


Si tratta di Rhett Butler, giunto nei dintorni per affari ed invitato alla festa sebbene non voluto, egli infatti ha una terribile fama che lo precede e che lo rende un ospite indesiderato in gran parte dei salotti, oltre all'oscuro passato ci sono anche i suoi modi canzonatori ed ironici ed il suo aspetto da pirata a renderlo ulteriormente sgradito alle persone per bene.
Rossella è imbarazzata ed umiliata per essersi fatta cogliere in una situazione del genere proprio da quel personaggio.
Una volta uscita dalla stanza, i sentimenti dovuti al rifiuto di Ashley la spingono ad un gesto che considero tutt'ora terribilmente stupito e che cambierà la sua vita.
Poco dopo scoppia la guerra, accolta con gioia da tutti i giovanotti, infervorati dalla grande "Causa" e convinti di poter battere gli yankee in un paio di mesi.
Il libro parla della quotidianità di Rossella e noi lettori vediamo la guerra attraverso i suoi occhi e quelli della sua cerchia di conoscenti, ho apprezzato questo modo indiretto di parlare di fatti storici, perchè mantiene la scrittura fluida e l'attenzione del lettore alta.
In mille pagine ne succedono di cose e non posso ne voglio raccontarvi la trama per filo e per segno, mi sono emozionata vivendo con Rossella, gioie e dolori, spesso non mi è piaciuto il suo modo di fare, ma la adoro come personaggio perchè è fatta cosi, è unica.
Affronta un infinità di difficoltà, ma non si sa come riesce sempre a trovare la forza per rialzarsi, reinventarsi e guardare con positività al futuro.
Sono inoltre rimasta piacevolmente sorpresa nel vedere quanto tutti i personaggi siano ben caratterizzati, in particolare Melania, con la sua bontà e dolcezza mi ha ricordato molto Jane Bennet.
Rossella non la sopporta ma la aiuta e la protegge per amore di Ashley che è al fronte, in cambio Melania sviluppa un attaccamento ed una fiducia incrollabili verso la nostra protagonista, nonostante i comportamenti di Rossella e gli scandali ad essa legati, Melania è l'unica che la difende fino alla fine.
Rossella è testarda nel mantenere la sua opinione ostile su di lei, ma anche il loro rapporto finisce per evolversi con lo scorrere degli anni.
Un'altro personaggio degno di nota è Rhett Butler, in primis per il suo modo di fare e di pensare
completamente diverso da quello degli altri gentil'uomini del Sud, lui è infatti uno dei pochi a non arruolarsi per difendere la Causa ed anzi sfrutta a suo vantaggio la situazione commerciando in modo non del tutto ortodosso e mettendo via una discreta fortuna.
Rhett mostra subito un interesse per Rossella, ma lo manifesta in modo molto ambiguo, si diverte a stuzzicarla e sembra l'unico in grado di capire la vera natura della ragazza ed ogni suo pensiero.
Il carisma di Rhett è irresistibile ma ho apprezzato soprattutto quando dopo molti anni esce un altro lato della sua personalità, completamente inaspettato.
Ancora adesso, a distanza di giorni, non riesco a capire del tutto questo personaggio.
La storia copre un arco temporale molto lungo, vediamo tutto l'evolversi della guerra e la situazione una volta ristabilita la pace, gli anni di sottomissione del Sud ai conquistatori del Nord, fino a giungere alla lenta riconquista politica.
Tutta la vicenda è descritta con gli occhi della gente del Sud, ed anche la questione della libertà dei negri viene affrontata da questo punto di vista, spesso ripensando a questi fatti storici in passato immaginavo i sudisti come i cattivi della situazione, ma dopo aver letto questo libro e vissuto l'altra faccia della medaglia mi devo ricredere ed ho analizzato in modo più profondo la situazione.
In tutta la storia traspare l'amore di Rossella per Tara, la piantagione che suo padre ha creato con fatica dal nulla, l'attaccamento della giovane alla sua terra si sviluppa a mano a mano che le avversità la colpiscono, Tara è il luogo che ama di più e che la fa sentire sempre al sicuro, la nostra protagonista combatte per la sua terra e in essa riesce sempre a trovare conforto.
Questo è stato uno dei più bei libri che mi sia mai capitato di leggere, ma l'unica nota dolente è il finale, succedono troppe cose insieme e velocemente tanto che il lettore arriva alla fine spiazzato e desideroso di sapere che succede dopo, o almeno per me è stato così.

Giudizio:



Personaggio Preferito:
Ho sviluppato un attaccamento speciale per Rhett, come probabilmente avrete capito, ma vi sfido a non apprezzarlo!


lunedì 31 luglio 2017

Music Monday #15

Buongiorno lettori, oggi il Music Monday è un po' particolare, infatti la canzone non si abbina ad un libro ma al mio umore subito dopo aver finito di leggere "Via col vento".
Ho avuto una specie di blocco del lettore per un paio di giorni, non riuscivo a leggere più di poche pagine di un libro prima di lasciarlo da parte, ma non preoccupatevi, mi sto riprendendo ed ora vi parlerò un po' a ruota libera dei miei programmi futuri.





Titolo: Secrets
Artista/Gruppo: One Republic
Anno: 2010
Durata: 3.53 min


Per superare il "blocco del lettore" dovuto alla fine di "Via col vento" ho iniziato subito a lavorare alla recensione, ma esprimere i miei pensieri riguardo a questo libro è davvero difficile e vorrei farlo al meglio, perciò dovrete pazientare ancora un po' per leggerla, ma entro questa settimana voglio pubblicarla!
Come ho già detto ho avuto un po' di difficoltà ad iniziare nuove letture ed anche a continuare quelle che devo finire, ma la soluzione al problema è giunta grazie a mia sorella, che da mesi mi consigliava di leggere il Manga di Rossana.
Ho iniziato per curiosità e poi non sono più riuscita a smettere, è stato come tornare bambina
(Rossana era uno dei miei cartoni animati preferiti) e cosi sono riuscita a superare il piccolo blocco che mi aveva colpita.
Ora sto leggendo i manga ad una velocità impressionante (fortuna che mia sorella ha il cofanetto con tutta la raccolta!), ho ripreso la lettura de "L'anatema dei sette peccati" e sono quasi alla fine, spero di riuscire a pubblicare la recensione, la settimana prossima.
Sono inoltre entusiasta per il compleanno del mio Blog ed ho lanciato un paio di giorni fa un piccolo evento per festeggiare (qui trovate il post a riguardo), c'è tempo fino a venerdì per partecipare e sono molto curiosa di sapere chi la sorte sceglierà come vincitore! 
Per quanto riguarda il prossimo futuro ho intenzione di iniziare a leggere "Shining" di S. King, si tratta dell'ultimo regalo del mio ragazzo, fatto esclusivamente perchè lui vuole vedere il film con me, però io mi sono categoricamente rifiutata perchè devo prima leggere il libro.
Cosi mi ha regalato il libro e mi ha intimato di leggerlo in fetta!
Probabilmente, in contemporanea inizierò anche un ebook, ma sono abbastanza indecisa su quale sarà il prescelto, ne ho moltissimi di arretrati, ma la scelta si gioca tra:

Eleinda una leggenda dal futuro di Valentina Bellettini
Non è un romanzo erotico di Silvia Pillin
Il re della luce, l'ordine degli dei oscuri di Federico Carro

Si accettano consigli!
Direi che per oggi ho scritto abbastanza, vi auguro un buon inizio settimana!


venerdì 28 luglio 2017

Primo anno di vita del Blog! Provate a vincere la sorpresa in palio


Esattamente un anno fa pubblicai il mio primissimo post, timidamente ma con tanto entusiasmo ed ora non mi sembra siano già passati 365 giorni.
La piccola famiglia legata al blog si è allargata fino a superare i 60 follower, un risultato grandissimo per una lettrice tartaruga ed una blogger imbranata come lo sono io, ma oggi voglio ringraziare: per i traguardi raggiunti, per le meravigliose persone che ho conosciuto e che mi hanno consigliata, per le mie colleghe blogger con le quali si sono creati legami di amicizia e di condivisione e per tutti gli appassionati di libri che hanno dato uno sguardo al mio piccolo angolino virtuale!
Per festeggiare questo primo traguardo ho pensato rendere voi lettori i protagonisti di questa festa, in che modo? Proponendovi di rispondere a 5 mie curiosità, un po' per conoscere meglio tutti voi e un po' per iniziare quella che potrebbe essere una discussione molto interessante.
Ovviamente non sarebbe un compleanno che si rispetti senza un regalo!
Il regalo è una sorpresa, ovviamente a tema libroso, che io invierò ad uno di voi che deciderete di rispondere alle mie domande.



Regolamento:

1) Rispondere a tutte le domande nei commenti sotto questo post
2) Scrivere anche un indirizzo mail sul quale contattarvi in caso di vincita
3) Scrivere il vostro genere preferito in modo da scegliere una sorpresa di vostro gradimento.


Il vincitore verrà scelto dal caso, a meno che qualcuno non riesca a distinguersi con risposte particolarmente interessanti, ed ora ecco anche le 5 domande:


1) Com'è nato il tuo amore per i libri?

2) Hai mai sognato di diventare scrittore? Qualsiasi sia la risposta spiega il perchè

3) Che cosa ne pensi dei libri auto-pubblicati?

4) Qual'è la cosa che ti piace di più dei Blog Letterari? (non necessariamente del mio)

5) Mentre qual'è la cosa che ti piace di meno?


Domandine semplici non trovate, quindi sbizzarritevi e non abbiate paura di essere sinceri!
Avete tempo una settimana per commentare e sabato 5 Agosto vi svelerò il fortunato vincitore (o vincitrice), Buona Fortuna a tutti!

venerdì 21 luglio 2017

5 cose che.. 5 rubriche che amiamo leggere negli altri blog

Buongiorno a tutti, come promesso ecco un nuovo post per la rubrica 5 cose che.. ideata da twins books lovers




Ecco il tema di questa settimana:

5 rubriche che amiamo leggere negli altri blog

Il tema di questa settimana mi intriga un sacco e non vedo l'ora di leggere i post delle mie colleghe per scoprire nuove rubriche!
Nell'ultimo periodo sono stata quasi del tutto assente dalla blog sfera e quindi non sono riuscita a seguire gli altri blog quanto avrei voluto, perciò il tema di oggi è una sfida per me.



Pioggia di stelle dal blog Universi Incantati

La prima che mi è venuta in mente è una rubrica che adoro ed ogni volta che Valentina aggiunge un post a riguardo corro subito a dare un occhiata!
In pratica si tratta di una rubrica a cadenza casuale dove si segnalano offerte di ebook gratuiti, si avete capito bene, alcune volte si tratta di libri che lo sono sempre, ma spesso sono offerte lampo che vanno colte al volo.
Se non sbaglio è proprio grazia ad una di queste segnalazioni che ho scoperto "Vietato leggere all'inferno", uno libro che ho amato immensamente.

Vi lascio il link dell'ultimo post pubblicato Qui e se volete dare un'occhiata a tutti i post pubblicati cliccate Qui



Cose da lettori dal blog Toglietemi tutto ma non i miei libri

Un'altra rubrica che leggo sempre molto volentieri è quella della mia amica Claudia, va a cadenza casuale e parla di tutto ciò che un lettore può amare.
Si tratta di post molto variegati, ma sempre frizzanti ed interessantissimi e vi invito a darci un occhiata!

Ecco un paio di argomenti che mi sono piaciuti:
Che tipo di lettore sei?   (io sono una lettrice T-Rex se vi interessa)
Manie da lettori: Cosa fanno i lettori prima di leggere un libro
Trovate tutti i post pubblicati Qui



Ricordi rubati dal blog Nel dì di Demetra e delle sue muse

Questa rubrica trovo sia davvero dolcissima, ogni post racconta un ricordo diverso, e spesso Erica ci narra degli aneddoti della vita di suo nonno.
Mi piacciono molto le storie di tempi passati, e leggo sempre questi post con una sensazione strana ma piacevole, probabilmente perchè ho preso mio nonno l'anno scorso ed anche lui mi raccontava sempre aneddoti del passato.
Ogni storia viene narrata in prima persona, in modo chiaro e conciso, ogni volta è un viaggio diverso indietro nel tempo.

Ecco un paio di post per farvi un idea:
Tutti abbiamo avuto uno scimpanzè domestico, no?
Una vita in 646 parole
Trovate tutti i post Qui



5 cose che.. dal blog Twins books lovers

Sarà anche banale come cosa, pero una delle rubriche che mi piacciono di più è proprio questa, perchè è stimolante e mette in contatto tanti blog, inoltre mi piace confrontare le mie risposte con quelle delle altre blogger.
Scopro sempre moltissime cose nuove, sia per quanto riguarda nuove letture che per blog che non conoscevo e mi piace il clima che si è creato tra tutti i partecipanti.
Io nell'ultimo periodo non sono riuscita ad essere attiva nei commenti, ma vedrò di rimediare.



Il club dei bookblogger dal blog Toglietemi tutto ma non i miei libri

Doppietta per la mia amica Claudia, ma dovevo proprio includere anche questa sua bellissima rubrica, anche se è da molto che non vedo nuovi post a riguardo perciò non sono del tutto sicura che sia ancora attiva.
Si tratta di post dedicati alla presentazione di blog letterari, attraverso una piccola intervista, ogni settimana scoprivo un blog diverso, ed è sempre interessante leggere le risposte, ho partecipato anche io e posso dirvi che è  divertente anche dalla parte dell'intervistato!

Ecco il post dedicato al mio blog Qui e trovate tutti i post della rubrica Qui


Che ne pensate? Conoscevate già queste rubriche?

giovedì 20 luglio 2017

Segnalazione Thriller: due libri da togliere il fiato!

Ciao a tutti miei cari lettori, avete sentito la mia mancanza? il periodo frenetico sta finendo e finalmente potrò dedicare più tempo al blog!
Anticipo che a breve pubblicherò la recensione di "Via col vento" e che il compleanno del blog si sta avvicinando ed ho una bella idea per festeggiare, quindi attenti a non perdervi il post in proposito.
Oggi inauguro una nuova collaborazione con l'agenzia letteraria "Saper scrivere" e vi parlo di due nuovi thriller che promettono davvero bene, qualcuno di voi è amante del genere?



i-guardiani-dellisola-perduta_cover.jpg
Titolo: I guardiani dell’isola perduta

Autore: Stefano Santarsiere
Editore: Newton Compton Editori (Nuova Narrativa Newton)
Prezzo: 2, 99 € (ebook), 7,90 € (copertina rigida)
Pagine: 381
ISBN 10: 8822702085
ISBN 13: 978-8822702081

" Una scossa improvvisa giunge nella vita di Charles Fort, giornalista appassionato di misteri. Il suo amico Luca Bonanni è morto in un incidente stradale e proprio lui viene convocato dalle autorità per riconoscerne il corpo. Ma le sorprese che lo attendono non sono poche: la compagna di Bonanni, Selena, sospetta un’altra causa di morte e lo contatta per chiedergli aiuto. Ha con sé una valigia lasciata dall’uomo piena di oggetti provenienti da relitti inabissatisi nel Pacifico e che nessuno, in teoria, potrebbe aver recuperato. Le domande sono tante: cosa lega il contenuto della valigia alle ultime ricerche di Bonanni? Da cosa dipendevano i suoi timori negli ultimi giorni prima dell’incidente? E soprattutto, chi o cosa sono gli hermanos del mar che cercava lungo le coste messicane e poi nell’arcipelago delle Fiji? Per risolvere i tanti misteri, Charles Fort e Selena si spingeranno dall’altra parte del mondo, trovandosi alle soglie di una scoperta scioccante che unisce le ipotesi sull’esistenza di misteriose creature degli oceani agli affari di una spietata multinazionale…"




Titolo: Fore morra

Autore: Diego Di Dio
Editore: Fanucci (Timecrime)
Data di uscita: 2 febbraio 2017
Pagine: 320; prezzo: 4,99 (ebook); 12,90 (cartaceo)
ISBN-10: 8866883158; ISBN-13: 978-8866883159

" Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell’ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un’infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l’omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato “il boss”, e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito. "


Fatemi sapere se vi ispiarano e ci leggiamo domani con un nuovo ed interessante argomento per la rubrica "5 cose che.."

mercoledì 5 luglio 2017

Release Party: "Eleinda - Una leggenda dal futuro" di Valentina Bellettini

Cari lettori, oggi sono felice di annunciarvi che esce il libro pubblicato da Valentina Bellettini, una mia cara collega blogger e bravissima scrittrice!


Titolo:

Eleinda - Una Leggenda dal Futuro (Eleinda #1)



Autrice: Valentina Bellettini
Editore: Self-Publishing
Genere: Urban Fantasy/Paranormal Romance/Sci-fi
Data di pubblicazione: prima edizione 2014 - nuova edizione 5 Luglio 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 230
ISBN: 978-1545285022
Prezzo: € 12,70 cartaceo / € 2,99 ebook
Link per l'acquisto: Amazon



Sinossi:
"Eleonora Giusti è sempre stata una ragazza sola fino al giorno in cui un drago geneticamente modificato è piombato nella sua vita.
A lui basta guardarla per condurla in una dimensione parallela in cui entrambi percepiscono reciprocamente i pensieri più intimi; le basta sfiorarla perché la pelle della ragazza assuma lo stesso colore della sua.
Ma è un'invasione che fa sentire Eleonora come mai si era sentita prima: capita, speciale.
Amata.
Non le importa se il drago è stato creato in un laboratorio della European Technology o se si tratta di un esperimento segreto il cui vero obiettivo ancora le sfugge.
Lei vuole proteggerlo, proprio come ha fatto il drago quando sono fuggiti dalla sede della E.T. a Milano.
Vuole stare con lui, perché da quando lo ha incontrato, la sua vita ha finalmente trovato un senso.
Vuole amarlo, perché superati i vent'anni non credeva più all'esistenza di un sentimento così puro e incondizionato.
È disposta a viaggiare per ogni continente, inseguire leggende, fuggire da una realtà opprimente, vivere sogni e incubi sulla sua pelle in nome di questa passione travolgente, a dispetto di ogni logica razionale.
Ma non ha fatto i conti con il dottor Brandi: il creatore del drago è deciso a riprenderselo con ogni mezzo pur di portare a compimento i suoi eccentrici piani.
Né uomini né draghi sono al sicuro."




A me la trama ispira moltissimo, infatti a breve inizierò a leggere il libro, ma anche se ancora non l'ho fatto penso che questa sia una canzone perfetta per descrivere la storia, non chiedetemi come faccio a saperlo, vado a istinto. Speriamo che Valentina la ascolti e ci faccia sapere se il mio istinto ha avuto ragione!


Titolo: Crystallize
Artista: Lindsey Stirling
Anno: 2012 
Durata: 4.59

Una canzone dolce come il legame tra i protagonisti della storia, ma anche movimentata come le avventure che vivranno insieme, come colonna sonora secondo me ci sta un sacco.
Non vedo l'ora di iniziare a leggerlo!



lunedì 3 luglio 2017

Music Monday #14

Buongiorno lettori, ecco l'appuntamento settimanale di libri a suon di musica! 






Titolo: Party like a russian
Artista/Gruppo: Robbie Williams
Anno: 2016
Durata: 3.08 min


La mia lettura di "Via col vento" procede spedita come non mi sarei mai aspettata, di conseguenza la mia seconda lettura di questo periodo "L'anatema dei sette peccati", sta un po' rallentando.
E' stato molto difficile trovare una canzone che si accostasse con la trama di questo libro, è ambientato nell'antica Roma ed al momento i due protagonisti stanno cercando di entrar nel meccanismo degli intrighi di corte, per poter guadagnare ricchezze e potere.
Ho optato "Party like a russian" perchè nonostante i riferimenti alla Russia, penso che riesca a descrivere anche la corte romana, governata da uno spietato e astuto imperatore e con mille pericoli mascherati da importanti personaggi politici, inoltre il ritmo trovo sia adatto all'alternarsi continuo di strategie, mosse e contromosse ma anche banchetti e lusso.


Il collegamento di questa settimana è decisamente azzardato, voi che ne pensate? che canzone colleghereste ad una storia ambientata nell'antica roma?

venerdì 30 giugno 2017

5 cose che.. i 5 più bei film tratti da libri

Buongiorno a tutti, dopo una lunga assenza finalmente sono tornata a partecipare alla rubrica 5 cose che.. ideata da twins books lovers




Ecco il tema di questa settimana:

 5 più bei film tratti da libri

Per rendermi le cose più complicate, mi sono imposta di non parlare di film tratti da classici, anche perchè no avrei parlato solo di quelli, quindi mettetevi comodi ed ecco la mia personale classifica.



Storia di una ladra di libri - Markus Zusak

Un libro che mi è piaciuto moltissimo, ho visto anche il film e devo dire che è ben fatto sebbene non perfetto. Ho apprezzato in particolare che sia stata mantenuta la voce narrante della morte e che la pellicola riesca a raccontare i legami che si creano tra la piccola protagonista ed i suoi genitori adottivi.
Trovo sempre emozionante vedere le scene dell'amicizia tra Liesel e Rudy, per non parlare del periodo in cui Max è nascosto in cantina, un misto di gioia e ansia come lo è nel libro.
Nel film ci sono un po' di tagli com'è giusto che sia, ma l'unica cosa che mi ha infastidita è che Rudy scopre che la famiglia di Liesel nasconde un ebreo (non ricordo se glielo dice la stessa protagonista) cosa che nel libro non succede, anzi la ragazzina fa di tutto per non svelare il segreto neppure al suo migliore amico.





Io e Marley - John Grogan

Questo è uno dei rarissimi casi in cui mi è piaciuto più il film che il libro, non fraintendetemi però, si tratta comunque di una lettura estremamente piacevole, ma fa tutto un'altro effetto vedere il dispettoso Marley in azione. Trovo che il film rispecchi egregiamente la storia e adoro il suo passare da scene divertenti a scene tremendamente tristi rimanendo sempre realistiche. Chi ha un animale domestico sa quanto possa far diventar matti, ma nonostante tutto ci sono sempre per i padroni ed è proprio questo di cui parla il film.
Vedere il piccolo Marley crescere insieme alla famiglia è sempre emozionante ed il finale mi fa immancabilmente piangere come una fontana.





Le pagine della nostra vita - Nicholas Sparks

Ogni volta che vedo questo film finisco in lacrime, è più forte di me, non resisto davanti alla dolcezza del Noah anziano che pazientemente racconta la storia della loro vita, passata tra turbolenti alti e bassi che hanno creato una storia d'amore che ha resistito allo scorrere del tempo.
Il libro non lo ricordo molto bene perchè lo lessi diversi anni fa, ma speravo che ci fosse descritta anche un po' della vita che i due hanno passato insieme, mentre invece ripercorre fedelmente il film passando da adolescenza ad età avanzata, senza dir nulla su quello che c'è in mezzo, nel film va bene come cosa, ma il libro penso che potesse essere più approfondito.





La sirenetta - Hans C. Andersen

Qui non si parla di film, ma da brava ragazza cresciuta a pane e Disney, non potevo far a mento di citare uno dei cartoni della mia infanzia. Non volevo essere banale parlando de "La bella e la bestia" così mi sono ricordata che da piccola adoravo anche "La sirenetta".
Non potete capite il trauma infantile subito dopo aver letto la favola originale, mi ha trasmesso tanta tristezza e preferisco di gran lunga la versione Disney, sarà banale ma vado matta per il lieto fine.





I pilastri della terra - Ken Follet

Questa in verità è una mini serie di quattro episodi che se non avete visto vi consiglio, è un altro caso in cui la versione "cinematografica" mi piace più del libro. Ho impiegato circa sei mesi per finirlo perchè i fatti storici narrati mi hanno rallentata e diverse volte ho dovuto metterlo in pausa per leggere qualcosa di più leggero, nel film invece l'azione è molto più veloce, tra intrighi, battaglie, colpi di scena è un susseguirsi adrenalinico di eventi che tiene lo spettatore col fiato sospeso.
Per non parlare dei bravissimi attori, ve ne cito solo due che sicuramente conoscete: Eddie Redmayne nel ruolo di Jack e Matthew Macfadyen (Mr Darcy film 2005) nel ruolo del giusto Priore Philip, poi ci sono anche Donald Sutherland e Samuel Claflin (entrambi anche nel cast di Hunger Games) e ora la pianto, ma consiglio di vedere questa mini serie.



Amici lettori, che ne pensate di questi film? li avete visti anche voi??

mercoledì 28 giugno 2017

Segnalazione "Chiaro di Venere" di Claudio Demurtas

Buona sera amici lettori, perdonate i miei sporadici post dell'ultimo periodo ma il lavoro mi riempie per bene le giornate ed il weekend ne approfitto per uscire, pensate che fin ora sono riuscita a passare ben due fine settimana al mare, un lusso in pratica!
Comunque oggi vi voglio parlare di un libro tutto all'italiana ambientato nella bella Sardegna anni '60.

Titolo:

Chiaro di Venere


Autore: Claudio Demurtas
Editore: Eventualmente
Genere: Narrativa contemporanea
Prezzo cartaceo: € 15.00

Trama:
"Federico Nemis studia giurisprudenza. Appartiene alla classe borghese ed è pieno di preconcetti. La vita che conduce non lo soddisfa, e con le sue insicurezze si getta in diverse esperienze sessuali e nel calcio.
La nomina di insegnante di lettere in una scuola media di uno sperduto paesino della Sardegna per 67.000 lire si rivela provvidenziale. Fare il professore gli permette di acquistare una certa autonomia economica e dalla famiglia d’origine, ma soprattutto di comprare la sua prima auto, una Seicento, di cui si può vantare con amici e colleghi. Diventa anche il punto di riferimento di molti alunni, che lo apprezzano per la sua passione istintiva. 
L’iniziale indifferenza a tematiche politiche, sociali e religiose lascia così finalmente spazio a un percorso di formazione e di crescita anche grazie all’incontro con Luisella, una matricola della facoltà di giurisprudenza che proviene da un ambiente sociale operaio molto diverso da quello di Federico, con cui sosterrà accese discussioni politiche. È il 1963, in piena guerra del Vietnam con tutte le sue atrocità, ma altre saranno le occasioni di dibattito, tra cui l’elezione in Cile di Salvador Allende nel 1970 e il golpe dell’11 settembre 1973 che porta al potere Pinochet.
Caduti i pregiudizi che l’hanno profondamente condizionato, e in seguito agli incontri con un prete contestatore, Federico abbraccerà infine le idee promosse dalla sinistra, trovando se stesso e gli altri, l’amore e la vita.
Con questo romanzo d’esordio Demurtas filma una condizione umana più vasta con descrizioni puntuali, personaggi che si incontrano, si perdono e si ritrovano, emozioni, digressioni ragionate su liberalismo e comunismo, religione e religiosità, excursus antropologici, geopolitici e sociologici. Il tutto usando la parola in modo talentuoso, tessendo metafore e un fraseggiare classico e moderno allo stesso tempo che merita veramente di attenzione. "

Un libro che si prospetta molto interessante, un viaggio nella nostra storia più recente, ma per molti quasi del tutto sconosciuta ed il tutto visto dagli occhi di un giovane, proprio per coinvolgere noi giovani in un passato così vicino ma per molti versi molto lontano.


Cari lettori che ne pensate di questa trama? Qualcuno di voi ha letto questo libro o ha in programma di farlo?

lunedì 19 giugno 2017

Music Monday #13

Perdonate la lunga assenza, ma a lavoro siamo in un periodo molto frenetico e una volta a casa le energie rimaste sono davvero poche.
Speriamo che questo sia un lunedì tranquillo, buon inizio settimana!






Titolo: Firework
Artista/Gruppo: Katy Perry
Anno: 2010
Durata: 3.47 min


Cari lettori, in questo momento sto leggendo ben due libri in contemporanea, il primo è "L'anatema dei sette peccati" di Davide Fresi ed il secondo è un bel mattone ovvero "Via col vento" di Margaret Mitchel. Proprio a quest'ultimo dedico il Music Monday di questa settimana, ho iniziato da pochissimo questo libro ed ho pensato a questa canzone per descrivere la giovane Rossella, fin dalle prime pagine mi è sembrata una ragazza annoiata e superficiale, ma sotto sotto è un fuoco d'artificio pronto ad esplodere e spero di vedere un'evoluzione in questo personaggio.
Volevo trasmettere con questa canzone la mia speranza che questo personaggio riesca a mostrare tutto il suo potenziale, non ricordo molto bene la trama perche ho visto solo il film diversi anni fa, però penso che come abbinamento non sia male.


Che ne pensate? Qualcuno di voi ha gia letto questo bel mattone? 

domenica 18 giugno 2017

"On Writing - Autobiografia di un mestiere" di Stephen King

Dopo un lungo periodo di assenza eccomi tornata con una nuova e scoppiettante recensione!

Titolo:

On Writing - Autobiografia di un mestiere

Autore: Stephen King
Editore: Frassinelli
Prezzo Cartaceo: €20.00


Trama:
"Alla domanda: "Che cos'è 'On Writing'?" Stephen King ha risposto: "È il romanzo della mia vita, non perché la mia vita sia un romanzo, ma perché la mia vita è scrivere". Ecco perché questo libro è l'autobiografia di un mestiere in cui la storia personale e professionale del Re si fondono totalmente. Il brillante "Curriculum vitae" d'apertura ripercorre gli anni della formazione, in un collage di ricordi che dall'infanzia arrivano al primo, grande successo con "Carrie"; "Cassetta degli attrezzi" è un'acuta e disincantata elencazione dei ferri del mestiere - quali sono, a che cosa servono, come mantenerli efficienti e sempre pronti all'uso; "Sulla scrittura", la parte più interessante per gli addetti ai lavori, illustra le fasi del processo creativo fino all'approdo editoriale; e infine "Sulla vita", ricco di pathos, racconta come King abbia visto la morte da vicino, dopo lo spaventoso incidente in cui è stato coinvolto, e come, grazie alla scrittura, sia ritornato alla vita. Diario, confessione, chiacchierata... "On Writing" abbraccia e supera tutti i generi e, per l'aspirante scrittore, è uno strumento utile, ricco di esempi e riferimenti pratici, capace di affrontare senza fumosità un argomento difficile; per il lettore affezionato è un must in cui potrà ritrovare, nella loro dimensione reale, un'infinità di situazioni, storie e personaggi che hanno ispirato i romanzi di King. Introduzione di Loredana Lipperini."

Recensione:
"On Writing" non è una semplice autobiografia, ma neppure un manuale sulla scrittura, io l'ho visto più che altro come un viaggio. King ci prende per mano e ci accompagna negli eventi più significativi della sua vita, quelli che lo hanno influenzato nella creazione dei suo libri e del suo personalissimo stile, poi ci fa accomodare ed inizia a sviscerare tutto ciò che l'esperienza gli ha insegnato sulla scrittura.
Io non conoscevo molto bene questo autore, per questo la lettura è stata un susseguirsi di scoperte, emozioni e risate. Si, anche risate, perchè King ha un modo di scrivere che definirei ironico-macabro che mi sta conquistando sempre di più.
Non ho mai avuto l'ambizione di diventare scrittrice, ma in quanto blogger mi devo destreggiare almeno un pochino in quest'arte e grazie a  questo libro ho appreso tanti utili consigli. Trovo geniale la parte in cui King parla della "cassetta degli attrezzi" che ogni scrittore deve avere, ovvero i ferri del mestiere senza i quali non si può neppure sperare di costruire una frase di senso compiuto. Di questa parte mi sono rimaste impresse sostanzialmente due cose: mai usare verbi al passivo e gli avverbi non sono nostri amici.

"Con il passivo, l'autore mette in luce la paura di non essere preso sul serio, tipo i maschietti che si disegnano i baffi con il lucido da scarpe e le femminucce che se ne vanno a zonzo con le scarpe a tacco alto della mamma. Con gli avverbi, l'autore rivela che teme di non esprimersi chiaramente, di non comunicare in modo adeguato concetti o immagini." cit. On writing

Un'altra cosa che mi ha colpito è quanto King abbia "sgobbato" per raggiungere il successo, ha iniziato scrivendo racconti da giovanissimo ed ha collezionato una serie interminabile di rifiuti, tutti rigorosamente infilzati in un chiodo nella sua cameretta.
Poi da ragazzo ha svolto i più umili lavori per mantenersi durante gli studi ed anche una volta conclusi, ma nonostante le difficoltà ha continuato ad inseguire il suo sogno e grazie alla sua tenacia è riuscito ad arrivare dov'è ora.
Ma lo scrittore con lucidità ed onestà ammette che l'aiuto di due donne è stato essenziale per la sua vita e la sua carriera, una è la madre e l'altra è l'amata moglie Tabitha. Pensate che è proprio grazie a Tabitha che il primo best seller di King ha visto la luce, è stata lei a costringere il marito a continuare un racconto che aveva scartato, da esso nacque Carrie.


Nel libro troverete in gran quantità aneddoti di vita quotidiana e potrete scoprire tutte le fasi della creazione di un romanzo, con molti consigli per migliorare. Ho apprezzato soprattutto che King oltre che scrittore sia un accanito lettore e ripete spesso che per diventare buoni scrittori bisogna leggere moltissimo, per sostenere questa tesi ci porta un'infinità di citazioni, sia da libri suoi che di altri e a fine romanzo ci lascia una lista corposa di romanzi consigliati.
Tenacia e disciplina sono altre qualità che ogni scrittore deve allenare per migliorare, c'è tutta una parte dedicata a questo argomento, con utili consigli ed esercizi.
Penso che questo sia un libro essenziale per tutti coloro che vogliono scrivere, sia per lavoro che per passione, ma anche per chi ama i libri e ovviamente questo scrittore. In King io ho trovato un amico, un maestro ed un esempio positivo.
E' stato emozionante scoprire i retroscena dei suoi romanzi, ho potuto ritrovare Paul Sheldon e Annie Wilkes di "Misery" e conoscere molti altri personaggi di suoi libri che ora voglio leggere, però avviso tutti quelli che non hanno letto Carrie che in "On Writing" ci sono spoiler abnormi, lettore avvisato mezzo salvato.

Giudizio:




Personaggio Preferito:
Questa volta la scelta è abbastanza scontata e vi dico Stephen King, per quanto abbia sviscerato in questo libro, sulla sua vita e sul suo mestiere, riuscendo a coinvolgere il lettore dall'inizio alla fine